EnglishFrenchGermanItalianSpanish

Spedizione gratuita per ordini superiori a 99€

EnglishFrenchGermanItalianSpanish

Posca Bianca – Orsi Vigneto San Vito

14,00 

Posca Bianca – Orsi Vigneto San Vito

Esaurito

Esaurito

Descrizione

CARATTERISTICHE

Denominazione: –

Regione: Emilia Romagna (Italia)

Annata: 2020

Vitigni: Uve bianche autoctone

Gradazione: 13%

Formato: bottiglia 75 cl

Vinificazione: fermentazione spontanea in cemento

Affinamento: variabile in base alla cuvée

Temperatura di servizio: 12-14°

CANTINA

Vigneto San Vito si trova sui Colli Bolognesi, nella frazione di Oliveto, ad un’altitudine di 200 metri. Su questa collina esistono antiche testimonianze della presenza di vini di qualità, risalenti a carteggi medievali con l’Abbazia di Nonantola. San Vito produce vino da una cinquantina d’anni. Dal 2005 la gestione è affidata a Federico Orsi e alla moglie Carola, che si sono impegnati a valorizzare i vini tipici di questo territorio. Credono che l’agricoltura biodinamica permetta di produrre vini più originali, più rappresentativi del luogo dove la vite è cresciuta, grazie alla sua capacità di rivitalizzare il suolo, stimolare le piante e produrre frutti con un forte legame con il territorio. Lo stesso approccio è utilizzato in cantina in modo da non disperdere questo patrimonio durante il processo di vinificazione. Le fermentazioni sono spontanee con i soli lieviti indigeni, senza l’uso di quelli selezionati, e ai vini non vengono fatte chiarifiche né filtrazioni. La metamorfosi da uva a vino deve avvenire nel modo più naturale possibile, accettando il margine d’imprevedibilità che ciò comporta, e il diverso carattere che ogni annata imprime.

DESCRIZIONE VINO

La Posca Bianca è un vino veramente unico, frutto di colmature pressochè mensili di una vasca perpetua iniziata nel 2011, armonia di varie annate, con vino più giovane. La sintesi del terroir per un vino in continua evoluzione, infatti non esiste una "cuvée" uguale all’altra. La Posca era una bevanda dissetante dell’antica Roma, ottenuta miscelando acqua e vino (spesso acetoso), molto diffusa tra i legionari, i contadini e il popolo in genere. Si diceva che dava forza, mentre il vino ebrezza. Il nome vuole richiamare solo la quotidianità di questo vino e non la sua composizione. Si mostra paglierino con belle sfumature dorate. Al naso è molto cangiante, a seconda del momento in cui si stappa la bottiglia, se vicino o lontano dalla messa in bottiglia. Note di erbe, fiori sambuco, pesca, miele e agrumi. Al palato fresco e minerale, ma con quelle note morbide dell’evoluzione che ammaliano.

ABBINAMENTO

Tortellini in brodo, tagliere di formaggi e salumi, impepata di cozze.

POTREBBERO PIACERTI ANCHE

Questi nostri prodotti

Rimani aggiornato su tutte le novità, eventi e nuovi prodotti!

Iscriviti alla newsletter e ricevi subito uno sconto di 5€!

Titolo

Torna in cima