Rosè Brut – Pojer e Sandri

30,00 

Solo 2 pezzi disponibili

Solo 2 pezzi disponibili

Descrizione

Denominazione: –
Regione: Trentino (Italia)
Annata: –
Vitigni: 50% Chardonnay, 50% Pinot Nero
Gradazione: 12,5%
Formato: bottiglia 75 cl
Vinificazione: fermentazione basi in barrique
Affinamento: 18-24 mesi sui lieviti
Temperatura di servizio: 8-10°
 
CANTINA
1975, due giovani, due ettari, poche risorse, qualche idea, molto coraggio, un sogno. Produrre vino di gran pregio dai vigneti posti tra la Valle dell’Adige e la Valle di Cembra, precisamente sulla collina di Faedo, collina che a detta di molti possedeva una ridotta vocazione vitata. Arrivando un giorno ad un vino dove la chimica non è ammessa, dove tutto deve seguire un filo logico verso la purezza, la purezza assoluta. Visite in cantine e vigneti in tutte le regioni viticole, prendendo da ognuno soluzioni tecniche o idee per i nuovi prodotti interpretandole e ottimizzandole in chiave assolutamente trentina. Nel 1978 parte il tentativo di produrre il primo metodo classico dal perlage raffinato. Dopo alcuni anni debutta sul mercato la prima Cuvée 83-84, inizialmente vinificata in inox e oggi totalmente fermentata in legno. In principio degli anni ’80 fanno la loro prima apparizione in azienda le barriques francesi (novità assoluta per il Trentino) dando vita alle prime cuvée, ecco quindi i due Faye: Bianco e Rosso. Più tardi arriverà l’Essenzia, un vino dolce fatto per la prima volta nel 1985 e che ha rivoluzionato il panorama dei vini dolci in Italia. Uno stile nordico legato all’alta acidità, basso alcool 9°-10° e fragranza assoluta. La battaglia contro l’ossidazione è importante perchè conserva la tipicità, preserva gli aromi e anche gli antiossidanti naturali dell’uva, consentendo poi una riduzione drastica dell’uso di antiossidanti come la solforosa e l’acido ascorbico. Nasce così il brevetto internazionale BUCHER INERTYS. Siamo nel 2004 quando nasce Merlino. Un prodotto che, quasi per magia, unisce le due realtà: la Cantina e la Distilleria. Un mosto di Lagrein parzialmente fermentato “fortificato” da DIVINO, il Brandy aziendale invecchiato per oltre 14 anni. Prodotto per la prima volta nel 1986 esso è stato il primo Brandy italiano dove l’intera filiera veniva coperta direttamente da un’unica “mano”. Dalla Vigna al Bicchiere. 2007: nasce la spa dell’uva: “il lavaggio abbassa la carica di lieviti spontanei, ma quelli che restano sulla buccia in un mosto senza più contaminanti chimici si moltiplicano molto più in fretta e le fermentazioni sono mediamente più veloci rispetto a quelle che si hanno con i mosti da uve non lavate”.
 
DESCRIZIONE VINO
La fermentazione della base avviene in piccoli fusti di rovere, il Pinot Nero in particolare viene posto in fusti precedentemente usati per invecchiare il nostro distillato “Divino”. I vini base rimangono 6 mesi sul proprio lievito, con “l’effetto della clessidra” settimanalmente il vino va rimescolato. A primavera si passa alla rifermentazione in bottiglia. La sboccatura si effettua a non meno di 18/24 mesi di permanenza sui lieviti. Vino di colore rosa antico con riflessi ramati, molto fine con corona persistente. Dal profumo ampio e complesso, frutti rossi: ciliegia marasca e lamponi, ricordano chiaramente i caratteri del pinot nero, non mancano in sottofondo le note dello Chardonnay: paté di mandorla, nocciola e fieno. Il tutto integrato da profumi di pasticceria viennese: vaniglia, caffè d’orzo tostato, cacao. Al gusto è franco, cremoso e consistente, l’armonia è ottenuta dopo un adeguato dosaggio. La sapidità, carattere distintivo dello Chardonnay, coltivato in alta quota, ne fa un rosé di grande bevibilità. Ideale come aperitivo o per chiacchierare in compagnia.
 
ABBINAMENTO
Risotto alla pescatora, crostacei alla griglia, sformato di patate.

Rimani aggiornato su tutte le novità, eventi e nuovi prodotti!

Iscriviti alla newsletter e ricevi subito uno sconto di 5€!