EnglishFrenchGermanItalianSpanish

Spedizione gratuita per ordini superiori a 99€

EnglishFrenchGermanItalianSpanish

Cervaro della Sala 2019 – Antinori

50,00 

Cervaro della Sala 2019 – Antinori

Disponibile

Disponibile

Descrizione

CARATTERISTICHE

Denominazione: –

Regione: Umbria (Italia)

Annata: 2019

Vitigni: 85% Chardonnay, 15% Grechetto

Gradazione: 13%

Formato: bottiglia 75 cl

Vinificazione: fermentazione in barriques e acciaio

Affinamento: 5 mesi in barriques e 10 in bottiglia

Temperatura di servizio: 10-12°

CANTINA

Il Castello della Sala si trova in Umbria, a poca distanza dal confine con la Toscana, a circa 18 chilometri dalla storica città di Orvieto. Le terre del Castello, imponente maniero di epoca medievale, si estendono per 500 ettari, di cui 170 ettari piantati a vigna, a metà strada tra il fiume Paglia e la vetta del Monte Nibbio. I 170 ettari di vigneto, coltivati con varietà tradizionali come Procanico e Grechetto, ma anche con Chardonnay, Sauvignon Blanc, Sèmillon, Pinot Bianco, Viognier ed una piccola quota di Traminer e Riesling, si trovano ad un’altezza di 220 – 470 metri sul livello del mare. Quella del Castello della Sala è una zona altamente vocata alla produzione di bianchi con una sola eccezione: il Pinot nero, trova in questo terroir le condizioni ideali per esprimersi al meglio. L’area è caratterizzata da un suolo tendenzialmente argilloso, calcareo, ricco di conchiglie fossili, con vigneti ben esposti alla levata del sole e con ottime escursioni termiche. Nella primavera del 1979, all’età di 25 anni, l’agronomo Renzo Cotarella arriva al Castello della Sala. Si comincia subito a lavorare a un ambizioso progetto: creare un vino bianco capace di esprimersi negli anni ed evolvere nel tempo. Si sperimenta lo Chardonnay e si approfondiscono le conoscenze sull’interessante Grechetto, capace di donare tipicità e territorialità. La ricerca di un grande vino che si affermi per carattere e personalità diviene quasi un’ossessione.

DESCRIZIONE VINO

Il nome Cervaro deriva dalla nobile famiglia proprietaria del Castello della Sala nel corso del XIV secolo: i Monaldeschi della Cervara. Uve Chardonnay unite ad una piccola parte di Grechetto per un vino pensato per affinare nel tempo e rappresentare l’eleganza e la complessità di un luogo unico. Dopo una serie di annate deludenti è la vendemmia del 1985 a regalare il primo vero Cervaro della Sala: uno dei primi vini italiani a svolgere fermentazione malolattica ed affinamento in barriques. I mosti, dopo 4 ore di macerazione pellicolare, vengono trasferiti per caduta in serbatoi di decantazione dove illimpidiscono e, lo Chardonnay, viene poi spostato in barrique, dove avviene la fermentazione alcolica e malolattica; il Grechetto, invece, è vinificato in acciaio. Dopo circa 5 mesi avviene l’assemblaggio dei due vini. L’affinamento avviene in bottiglia per almeno 10 mesi trascorsi i quali il vino è ritenuto pronto per essere commercializzato.
Il Cervaro della Sala si presenta di un colore giallo scarico con riflessi verdolini ancora evidenti. Al naso è intenso e complesso, con note di agrumi, ananas e fiori di acacia ben in armonia con sentori di vaniglia e pietra focaia. Al palato è pieno, fine e ben strutturato; la piacevole sapidità è ben bilanciata dalle tipiche sensazioni dolci di burro di nocciola. 

ABBINAMENTO

Pesce in guazzetto, risotto ai frutti di mare, coniglio in umido.

POTREBBERO PIACERTI ANCHE

Questi nostri prodotti

Rimani aggiornato su tutte le novità, eventi e nuovi prodotti!

Iscriviti alla newsletter e ricevi subito uno sconto di 5€!

Titolo

Torna in cima