Notizie Social

Articoli recenti

Categorie

TAG

Contatti

Via dè Romei, 30 – 44121 Ferrara FE

Telefono: 0532 475965

4 days ago

Botrytis Enoteca

Quanto sono belli i filari di vite sulle colline alle spalle di Verona! 🍇
Non ci sono solo vigne, ma anche uliveti e alberi da frutto; insomma una bella biodiversità.

Avete visto anche quei tipici terrazzamenti? Si chiamano “marogne”.

La Valpolicella è conosciuta nel mondo per i suoi vini rossi 🍷
Le uve autoctone sono Corvina, Corvinone, Rondinella, Molinara.

Dal Valpolicella base al Ripasso, dal Recioto all’Amarone, storie di intuizioni vinicole ed errori storici importanti.

Un ringraziamento particolare al mio regista preferito Belsito Andres!Quanto sono belli i filari di vite sulle colline alle spalle di Verona! Non ci sono solo vigne, ma anche uliveti e alberi da frutto; insomma una bella biodiv...
... See MoreSee Less

Video image

Comment on Facebook

2 weeks ago

Botrytis Enoteca

Stanno per tornare le fiere del vino anche in Emilia! 🥳

Con questo bel pensiero mi sono ricordato del video registrato in enoteca l’anno scorso.

Una veloce escursione lungo le terre storiche di produzione del vino in Emilia, partendo da Ferrara ed arrivando fino a Piacenza.

Tante le eccellenze, tra le quali i Lambruschi, che possono essere rifermentati in bottiglia, spumantizzati in autoclave o dar luogo a buonissimi Metodo Classico.

Vini fermi o frizzanti di altissima qualità, che si adattano alla perfezione con le prelibatezze culinarie (grandi salumi, gnocco fritto, tigelle, piatti a base di maiale).Una veloce escursione lungo le terre storiche di produzione del vino in Emilia, partendo da Ferrara ed arrivando fino a Piacenza. Tante le eccellenze, tra le...
... See MoreSee Less

Video image

Comment on Facebook

2 weeks ago

Botrytis Enoteca

Si avvisano i clienti che questa sera l’enoteca chiuderà alle 18.30 ... See MoreSee Less

3 weeks ago

Botrytis Enoteca

Questo video di Maccio è esilarante!! 😂
Nella vita è necessaria un po’ di autoironia!

Ma poi, seriamente, esperti sommelier che fanno pubblicità al tavernello?
Non si può commentare...Attenzione non provateci a casa, gli effetti potrebbero essere micidiali… Maccio Capatonda ne sa qualcosa! youmedia.fanpage.it/video/ab/X1YKtuSwuWG1ExfW
... See MoreSee Less

Video image

Comment on Facebook

1 month ago

Botrytis Enoteca

Siamo tornati! 🥳 ... See MoreSee Less

Siamo tornati! 🥳

2 months ago

Botrytis Enoteca

Si avvisano i clienti che l’enoteca rimarrà chiusa per ferie dal 1 al 24 agosto.

Ricarichiamo bene le pile e pensiamo a futuri progetti! 😀

⛰ Buone vacanze a tutti! ⛰
... See MoreSee Less

Si avvisano i clienti che l’enoteca rimarrà chiusa per ferie dal 1 al 24 agosto.

Ricarichiamo bene le pile e pensiamo a futuri progetti! 😀

⛰ Buone vacanze a tutti! ⛰

2 months ago

Botrytis Enoteca

La cantina Dourdon-Vieillard si trova nel cuore della Vallée de la Marne, nei dintorni di Reuil e produce Champagne di alta qualità fin dalla sua fondazione nel 1812.
Oggi la maison coltiva 9 ettari, unendo tradizione e modernità, nel pieno rispetto per l'ambiente, per il territorio e per il consumatore.

Vi presento i due Champagne presenti in enoteca:

🟡 Brut Tradition: pinot meunier 50%, pinot nero 42%, chardonnay 8%

Colore giallo dorato, perlage fine e persistente. Al naso si esprime con note di agrumi, di cera d'ape, di tiglio e di mela cotogna. Al palato è fresco, sapido, di grande armonia.
Si sposa particolarmanete bene con i molluschi gratinati.

🟣 Rosè Intense: pinot nero 40%, pinot meunier 60%

Il nome è più che azzeccato! Intenso nel colore e nei profumi, tecnicamente si può spiegare con la pigiatura e la fermentazione di 5 giorni con le due varietà di uva rossa.

Goloso fin dal colore, tra il rosa salmone ed il cerasuolo; perlage fine e persistente. Al naso si esprime con delicati sentori di lamponi e frutta gialla, anche candita. Al palato è fresco, di buona sapidità e splendidamente armonico.
Ottimo in abbinamento all'anatra, si sposa bene anche con il salmone marinato.

A votre santé 🍾🥂
... See MoreSee Less

La cantina Dourdon-Vieillard si trova nel cuore della Vallée de la Marne, nei dintorni di Reuil e produce Champagne di alta qualità fin dalla sua fondazione nel 1812.
Oggi la maison coltiva 9 ettari, unendo tradizione e modernità, nel pieno rispetto per lambiente, per il territorio e per il consumatore.

Vi presento i due Champagne presenti in enoteca:

🟡 Brut Tradition: pinot meunier 50%, pinot nero 42%, chardonnay 8%

Colore giallo dorato, perlage fine e persistente. Al naso si esprime con note di agrumi, di cera dape, di tiglio e di mela cotogna. Al palato è fresco, sapido, di grande armonia.
Si sposa particolarmanete bene con i molluschi gratinati.

🟣 Rosè Intense: pinot nero 40%, pinot meunier 60%

Il nome è più che azzeccato! Intenso nel colore e nei profumi, tecnicamente si può spiegare con la pigiatura e la fermentazione di 5 giorni con le due varietà di uva rossa.

Goloso fin dal colore, tra il rosa salmone ed il cerasuolo; perlage fine e persistente. Al naso si esprime con delicati sentori di lamponi e frutta gialla, anche candita. Al palato è fresco, di buona sapidità e splendidamente armonico.
Ottimo in abbinamento allanatra, si sposa bene anche con il salmone marinato.

A votre santé 🍾🥂

2 months ago

Botrytis Enoteca

Piccola (ormai consueta) comunicazione di servizio: sabato 25 luglio l’enoteca sarà aperta soltanto la mattina. ... See MoreSee Less

2 months ago

Botrytis Enoteca

Sguardo stupito davanti a così tanta bontà! 🤩

Champagne Grand Cru ovvero il massimo di quello che offre quella mitica terra a Nordest di Parigi.
Nel 1919 venne creata la famosa scala dei Cru, che suddivide paesi e vigneti in base alla qualità delle uve.
Su 319 villaggi della regione Champagne solo 17 sono classificati Grand Cru!

“Andrea tu quali compreresti tra questi?”
“Non mi mettete in difficoltà” 😅😂

🟡 Th. Petit Brut, Grand Cru ad Ambonnay (Montagne de Reims): 78% Pinot Noir, 22% Chardonnay.
24 mesi la permanenza minima sui lieviti. Champagne biologico, complesso, di carattere e forte personalità. Nel bicchiere si presenta color oro, con una mousse fine e cremosa. Il naso è molto marcato dalle note del Pinot Nero, con aromi di frutti rossi e pesca, mentre al palato è potente e rotondo, con una bella nota citrina.

🟡 Encry Dosage 0, Grand Cru a Le Mesnil sur Oger (Cote des Blancs): 100% Chardonnay.
Almeno 42 mesi sui lieviti, espressione pura del suolo con la finezza e il substrato gessoso del territorio. All’olfatto è una lama tagliente, minerale e graffiante. Spiccano le note di lime e zenzero, pompelmo e mela verde. In bocca la bevibilità è estrema, dinamismo scalpitante, sfumature citrine e iodate che accentuano la tensione minerale. Chiude lungo su note sapide e agrumate che lasciano una bocca piacevolmente fresca e pulita.

🟡 Mallol-Gantois Brut Grande Reserve, Grand Cru a Cramant (Cote des Blancs): 100% Chardonnay.
Grande Reserve è sinonimo di annate particolari, nelle quali i vini base sono sottoposti ad un lungo affinamento, per garantire la miglior qualità ed esprimere tutto il potenziale. Champagne dal colore dorato brillante, al naso esprime note tostate, mallo di noce e fiori bianchi. In bocca è burroso, armonico ed equilibrato, con spiccate note minerali che donano al vino grande persistenza.

A votre santé 🍾🥂
... See MoreSee Less

Sguardo stupito davanti a così tanta bontà! 🤩

Champagne Grand Cru ovvero il massimo di quello che offre quella mitica terra a Nordest di Parigi.
Nel 1919 venne creata la famosa scala dei Cru, che suddivide paesi e vigneti in base alla qualità delle uve.
Su 319 villaggi della regione Champagne solo 17 sono classificati Grand Cru!

“Andrea tu quali compreresti tra questi?” 
“Non mi mettete in difficoltà” 😅😂

🟡 Th. Petit Brut, Grand Cru ad Ambonnay (Montagne de Reims): 78% Pinot Noir, 22% Chardonnay. 
24 mesi la permanenza minima sui lieviti. Champagne biologico, complesso, di carattere e forte personalità. Nel bicchiere si presenta color oro, con una mousse fine e cremosa. Il naso è molto marcato dalle note del Pinot Nero, con aromi di frutti rossi e pesca, mentre al palato è potente e rotondo, con una bella nota citrina. 

🟡 Encry Dosage 0, Grand Cru a Le Mesnil sur Oger (Cote des Blancs): 100% Chardonnay. 
Almeno 42 mesi sui lieviti, espressione pura del suolo con la finezza e il substrato gessoso del territorio. All’olfatto è una lama tagliente, minerale e graffiante. Spiccano le note di lime e zenzero, pompelmo e mela verde. In bocca la bevibilità è estrema, dinamismo scalpitante, sfumature citrine e iodate che accentuano la tensione minerale. Chiude lungo su note sapide e agrumate che lasciano una bocca piacevolmente fresca e pulita.

🟡 Mallol-Gantois Brut Grande Reserve, Grand Cru a Cramant (Cote des Blancs): 100% Chardonnay. 
Grande Reserve è sinonimo di annate particolari, nelle quali i vini base sono sottoposti ad un lungo affinamento, per garantire la miglior qualità ed esprimere tutto il potenziale. Champagne dal colore dorato brillante, al naso esprime note tostate, mallo di noce e fiori bianchi. In bocca è burroso, armonico ed equilibrato, con spiccate note minerali che donano al vino grande persistenza.

A votre santé 🍾🥂

Comment on Facebook

Segniamo pure questi...hai preso appunti? 😁

2 months ago

Botrytis Enoteca

Piccola comunicazione di servizio: sabato 18 luglio l’enoteca sarà aperta soltanto la mattina. ... See MoreSee Less

2 months ago

Botrytis Enoteca

Lo sapete che negli ultimi anni l’Abruzzo spicca per produzioni genuine di altissima qualità?
Una bellissima realtà vitivinicola è Torre dei Beati, nata nel 1999, sempre presente in enoteca perché è una delle mie preferite ❤️

L’azienda coltiva le proprie viti non lontano dalle coste dell’Adriatico, a Loreto Aprutino (PE), ad un’altitudine compresa tra i 250 e i 300 metri sul livello del mare, in un microclima caratterizzato dall’alternarsi tra le brezze marine diurne e le fredde notti.

I vini che nascono da Torre dei Beati sono eleganti e freschi, rappresentativi del territorio, grazie soprattutto ad una gestione aziendale sana e pulita, fatta nel pieno rispetto del territorio. Montepulciano, Trebbiano e Pecorino d'autore, con un piglio vivace e moderno, frutto di scelte coraggiose ma soprattutto dell'amore e della passione per la viticoltura.

Dal Montepulciano ottengono anche uno splendido rosato: il Cerasuolo d’Abruzzo “Rosa-ae”. Un vino ammaliante che ti conquista già quando lo versi nel bicchiere, col suo colore brillante rosa ciliegia. Al naso sentori di rosa e accenti fruttati di melograno, fragoline e ciliegie. Il sorso è succoso, leggero e dissetante, con una scia minerale ed il retrogusto fruttato persistente.

Notizia importante: da stasera lo trovate in mescita alla Caffetteria2000ferrara, proprio di fronte a Botrytis!
Ogni sera potete fare aperitivo con un calice di vino scelto tra una piccola selezione dell’enoteca 😀
... See MoreSee Less

Lo sapete che negli ultimi anni l’Abruzzo spicca per produzioni genuine di altissima qualità?
Una bellissima realtà vitivinicola è Torre dei Beati, nata nel 1999, sempre presente in enoteca perché è una delle mie preferite ❤️

L’azienda coltiva le proprie viti non lontano dalle coste dell’Adriatico, a Loreto Aprutino (PE), ad un’altitudine compresa tra i 250 e i 300 metri sul livello del mare, in un microclima caratterizzato dall’alternarsi tra le brezze marine diurne e le fredde notti.

I vini che nascono da Torre dei Beati sono eleganti e freschi, rappresentativi del territorio, grazie soprattutto ad una gestione aziendale sana e pulita, fatta nel pieno rispetto del territorio. Montepulciano, Trebbiano e Pecorino dautore, con un piglio vivace e moderno, frutto di scelte coraggiose ma soprattutto dellamore e della passione per la viticoltura.

Dal Montepulciano ottengono anche uno splendido rosato: il Cerasuolo d’Abruzzo “Rosa-ae”. Un vino ammaliante che ti conquista già quando lo versi nel bicchiere, col suo colore brillante rosa ciliegia. Al naso sentori di rosa e accenti fruttati di melograno, fragoline e ciliegie. Il sorso è succoso, leggero e dissetante, con una scia minerale ed il retrogusto fruttato persistente.

Notizia importante: da stasera lo trovate in mescita alla Caffetteria2000ferrara, proprio di fronte a Botrytis!
Ogni sera potete fare aperitivo con un calice di vino scelto tra una piccola selezione dell’enoteca 😀

Comment on Facebook

Metti anche queste nel prossimo ordine!😁

Roberta Mariaclelia quanti ricordi

3 months ago

Botrytis Enoteca

Piccola comunicazione di servizio: sabato 11 luglio l’enoteca sarà aperta soltanto la mattina. ... See MoreSee Less

3 months ago

Botrytis Enoteca

Sono appena arrivati tanti Champagne e tanti Spumanti italiani per l’estate! 😎☀️
In realtà sono talmente buoni che si bevono benissimo tutto l’anno 😂
Quale scegliete per il prossimo fine settimana? 🍾🥂
... See MoreSee Less

Sono appena arrivati tanti Champagne e tanti Spumanti italiani per l’estate! 😎☀️
In realtà sono talmente buoni che si bevono benissimo tutto l’anno 😂
Quale scegliete per il prossimo fine settimana? 🍾🥂

3 months ago

Botrytis Enoteca

Ecco la novità per il mese di Luglio 🥳
Una nuova collaborazione con la Caffetteria2000ferrara!

A partire da domani sera potete fare aperitivo al bar, sfruttando la bella distesa esterna, degustando un calice di vino da una piccola selezione dell’enoteca 🥂🍷
La proposta di bottiglie cambierà ogni settimana, così come gli stuzzichini potranno variare a seconda di un tema scelto.
Si parte con:

🟡 Bollicine (Pignoletto e Albana) di Villa Bagnolo
🟡 Ortensia (Trebbiano e Famoso) di Villa Bagnolo
🟡 Sauvignon dei Colli Orientali del Friuli di Gianpaolo Colutta
🔴 Schioppettino dei Colli Orientali del Friuli di Gianpaolo Colutta

Da venerdì 3 luglio, tutte le sere, dalle 18 in poi 🤩
... See MoreSee Less

Ecco la novità per il mese di Luglio 🥳
Una nuova collaborazione con la Caffetteria2000ferrara!

A partire da domani sera potete fare aperitivo al bar, sfruttando la bella distesa esterna, degustando un calice di vino da una piccola selezione dell’enoteca 🥂🍷
La proposta di bottiglie cambierà ogni settimana, così come gli stuzzichini potranno variare a seconda di un tema scelto.
Si parte con:

🟡 Bollicine (Pignoletto e Albana) di Villa Bagnolo
🟡 Ortensia (Trebbiano e Famoso) di Villa Bagnolo
🟡 Sauvignon dei Colli Orientali del Friuli di Gianpaolo Colutta
🔴 Schioppettino dei Colli Orientali del Friuli di Gianpaolo Colutta

Da venerdì 3 luglio, tutte le sere, dalle 18 in poi 🤩Image attachment

3 months ago

Botrytis Enoteca

Comunicazione di servizio:
Si avvisano i gentili clienti che l’enoteca sarà chiusa mercoledì 24 e giovedì 25 giugno.

Ci scusiamo per il disagio.
... See MoreSee Less

3 months ago

Botrytis Enoteca

Che nostalgia degli aperitivi in enoteca!
Ci dobbiamo adeguare alla situazione, ma intanto pensiamo a delle soluzioni alternative...

Per ora, possiamo solo dire, buon fine settimana!Ready, steady, go!
... See MoreSee Less

Che nostalgia degli aperitivi in enoteca!
Ci dobbiamo adeguare alla situazione, ma intanto pensiamo a delle soluzioni alternative...

Per ora, possiamo solo dire, buon fine settimana!

4 months ago

Botrytis Enoteca

Siamo molto orgogliosi di potervi mostrare il video girato nelle vigne di Francesconi Paolo Viticoltore a Faenza.

L’intento è quello di far vedere e trasmettere la bellezza delle viti in fiore.
Sarebbe meraviglioso intrappolare il profumo per farvelo sentire!

Paolo è un uomo (a prima vista) silenzioso, che esprime tutta la sua passione e competenza quando parla della sua terra, delle sue piante e dei suoi vini.
Diventa veramente trascinante e, devo dire, ci si lascia coinvolgere con grandissimo piacere.

youtu.be/LanVSECrHm4#vinonaturale #albana #sangiovese Video girato nelle vigne di Paolo Francesconi, viticoltore a Faenza. L’intento è quello di mostrare e trasmettere la bellez...
... See MoreSee Less

Video image

Comment on Facebook

4 months ago

Botrytis Enoteca

In questa strana foto vedete un losco figuro che fa scorta di bottiglie per qualche giorno.
Seguite il suo esempio! 😄

L’enoteca sarà chiusa nei prossimi giorni e riaprirà mercoledì 3 giugno.
Buona domenica e buona Festa della Repubblica! 🇮🇹
... See MoreSee Less

In questa strana foto vedete un losco figuro che fa scorta di bottiglie per qualche giorno.
Seguite il suo esempio! 😄

L’enoteca sarà chiusa nei prossimi giorni e riaprirà mercoledì 3 giugno.
Buona domenica e buona Festa della Repubblica! 🇮🇹

4 months ago

Botrytis Enoteca

Domenica siamo stati finalmente da Paolo Francesconi!
Occasione che aspettavamo da più di un anno, quella di poter girare tra i filari delle viti in fiore 🍇🌸
Appena finito il montaggio pubblicheremo il video della giornata 📹

Nella foto potete vedere una parte del “bottino”, 3 declinazioni di Albana:

1) VITE IN FIORE, pigiatura soffice, con estrazione del solo mosto fiore. Vinificato in vasca di acciaio con fermentazioni spontanee.
Conservazione in vasca di acciaio sulle fecce fini.

2) ARCAICA, diraspato a mano per mantenere l’integrità delle bucce e vinificato senza pigiatura in vasca di acciaio con fermentazioni spontanee. Macerazione sulle bucce per 60 giorni.

3) ANTIQUA, diraspato a mano per mantenere l’integrità delle bucce e vinificato senza pigiatura in anfora di terracotta con fermentazioni spontanee. Lunga macerazione sulle bucce.

Difficile veramente dire quale sia la preferita. Ma d’altra parte, perché sceglierne una? 😋
... See MoreSee Less

Domenica siamo stati finalmente da Paolo Francesconi! 
Occasione che aspettavamo da più di un anno, quella di poter girare tra i filari delle viti in fiore 🍇🌸
Appena finito il montaggio pubblicheremo il video della giornata 📹

Nella foto potete vedere una parte del “bottino”, 3 declinazioni di Albana:

1) VITE IN FIORE, pigiatura soffice, con estrazione del solo mosto fiore. Vinificato in vasca di acciaio con fermentazioni spontanee. 
Conservazione in vasca di acciaio sulle fecce fini. 

2) ARCAICA, diraspato a mano per mantenere l’integrità delle bucce e vinificato senza pigiatura in vasca di acciaio con fermentazioni spontanee. Macerazione sulle bucce per 60 giorni.

3) ANTIQUA, diraspato a mano per mantenere l’integrità delle bucce e vinificato senza pigiatura in anfora di terracotta con fermentazioni spontanee. Lunga macerazione sulle bucce. 

Difficile veramente dire quale sia la preferita. Ma d’altra parte, perché sceglierne una? 😋

4 months ago

Botrytis Enoteca

Nù Litr (Calcarius) vs Litrotto (L’Archetipo) ☀️

Sfida all’ultima Puglia! 😎
Sfida tra bottiglie “abbondanti”, pensate proprio da bere quotidianamente.

Con il progetto Calcarius (di Valentina Passalacqua) siamo ad Apricena – pieno Parco nazionale del Gargano – primo polo estrattivo del meridione, dove il calcare è l’elemento distintivo del territorio. Dopo vari anni di produzione, Valentina ha sentito l’esigenza di isolare all’interno delle vigne alcune parcelle, caratterizzate da suolo esclusivamente calcareo di tipo Kimmeridgiano. Nasce così Calcarius: vini di terroir minerali, tesi e senza compromessi. Quelli indicati su tutte le etichette sono il numero atomico (20) ed il peso atomico (40.08) dell’elemento chimico del calcio (Ca).

✔️ Nù Litr bianco 100% Bombino bianco,
✔️ Nù Litr rosso 100% Negroamaro.

Con L’Archetipo andiamo più a sud, a Castellaneta, ai piedi della murgia barese, in terreni originatesi dall’accumulo di terra rossa residuante dei processi di carsificazione e di erosione dei dossi calcarei (conosciuti con il nome di murgia).
Anche l’approccio de L’Archetipo è simile a quello espresso prima, sebbene lo stile dei vini sia diverso.
Dicono di loro: “dopo vent'anni di Agricoltura Biologica e cinque di Agricoltura Biodinamica siamo riusciti finalmente a portare i nostri terreni a una situazione di equilibrio che è quella che in termini tecnici è definita agricoltura sinergica”.

✔️ Litrotto bianco Verdeca (50%), Falanghina (20%), Marchione (20%), Fiano (10%),
✔️ Litrotto rosso Montepulciano (30%), Merlot (20%), Cabernet Sauvignon (20%), Primitivo (20%), Susumaniello (10%).
... See MoreSee Less

Nù Litr (Calcarius) vs Litrotto (L’Archetipo) ☀️

Sfida all’ultima Puglia! 😎
Sfida tra bottiglie “abbondanti”, pensate proprio da bere quotidianamente.

Con il progetto Calcarius (di Valentina Passalacqua) siamo ad Apricena – pieno Parco nazionale del Gargano – primo polo estrattivo del meridione, dove il calcare è l’elemento distintivo del territorio. Dopo vari anni di produzione, Valentina ha sentito l’esigenza di isolare all’interno delle vigne alcune parcelle, caratterizzate da suolo esclusivamente calcareo di tipo Kimmeridgiano. Nasce così Calcarius: vini di terroir minerali, tesi e senza compromessi. Quelli indicati su tutte le etichette sono il numero atomico (20) ed il peso atomico (40.08) dell’elemento chimico del calcio (Ca).

✔️ Nù Litr bianco 100% Bombino bianco, 
✔️ Nù Litr rosso 100% Negroamaro.

Con L’Archetipo andiamo più a sud, a Castellaneta, ai piedi della murgia barese, in terreni originatesi dall’accumulo di terra rossa residuante dei processi di carsificazione e di erosione dei dossi calcarei (conosciuti con il nome di murgia).
Anche l’approccio de L’Archetipo è simile a quello espresso prima, sebbene lo stile dei vini sia diverso.
Dicono di loro: “dopo ventanni di Agricoltura Biologica e cinque di Agricoltura Biodinamica siamo riusciti finalmente a portare i nostri terreni a una situazione di equilibrio che è quella che in termini tecnici è definita agricoltura sinergica”.

✔️ Litrotto bianco Verdeca (50%), Falanghina (20%), Marchione (20%), Fiano (10%),
✔️ Litrotto rosso Montepulciano (30%), Merlot (20%), Cabernet Sauvignon (20%), Primitivo (20%), Susumaniello (10%).

4 months ago

Botrytis Enoteca

È veramente un onore, un piacere ed anche una bella responsabilità, fare da cicerone sulla lunga ed appassionante strada dei vini naturali. 🤗

Un’amica mi ha chiesto questa bella selezione in foto.
Papille gustative tremate! 😋
... See MoreSee Less

È veramente un onore, un piacere ed anche una bella responsabilità, fare da cicerone sulla lunga ed appassionante strada dei vini naturali. 🤗

Un’amica mi ha chiesto questa bella selezione in foto. 
Papille gustative tremate! 😋

Comment on Facebook

Studio Andrea studio...Non posso deludere il mio Cicerone!!!

Beh.. Wow

4 months ago

Botrytis Enoteca

Armagnac vs Cognac 🔥🔥

E’ una sfida affascinante perché si parla di una storia secolare.

Lo sapevate che l’Armagnac è il distillato più antico registrato dalle fonti? 🖋
Con questo distillato giungiamo fino al 1411, quando il manoscritto di Auch, in dialetto guascone, cita gli effetti benefici dell’acquavite di vino, che oltre a essere usato per scopi terapeutici, “vivacizza l’ingegno e l’allegria“. 😃
Ebbene sì, ci troviamo nel sud-ovest della Francia, in Guascogna, la regione natale di D’Artagnan!

Il Cognac invece si produce nella Charente, la zona della costa occidentale della Francia proprio sopra Bordeaux.
Ha una storia più recente, ma ha conquistato più notorietà e fama.

Sono entrambi due distillati di vino, prodotto principalmente con uva Ugni blanc, con possibili blend di Folle blanche e Colombard.

Doppia distillazione, con alambicco in rame “charentais”, per il Cognac. L’invecchiamento avviene in botti di rovere e, il passo finale, prevede il sapiente assemblaggio delle varie annate e vigne. Per questo in etichetta non c’è mai la scritta per gli anni di invecchiamento.

L’Armagnac si produce con una distillazione continua, negli alambicchi “armagnacais” a due colonne. Per l’affinamento si usano delle barrique e, spesso, non si miscelano annate diverse, perciò è più frequente leggere gli anni di invecchiamento sulle etichette degli Armagnac.

Una nota finale: quasi sempre, a parità di qualità di distillazione, il Cognac presenta delle sfumature di profumi leggermente più dolci ed è lievemente più morbido al gusto.

E voi vi sentite un po’ guasconi? 😎
... See MoreSee Less

Armagnac vs Cognac  🔥🔥

E’ una sfida affascinante perché si parla di una storia secolare.

Lo sapevate che l’Armagnac è il distillato più antico registrato dalle fonti? 🖋 
Con questo distillato giungiamo fino al 1411, quando il manoscritto di Auch, in dialetto guascone, cita gli effetti benefici dell’acquavite di vino, che oltre a essere usato per scopi terapeutici, “vivacizza l’ingegno e l’allegria“. 😃
Ebbene sì, ci troviamo nel sud-ovest della Francia, in Guascogna, la regione natale di D’Artagnan! 

Il Cognac invece si produce nella Charente, la zona della costa occidentale della Francia proprio sopra Bordeaux.
Ha una storia più recente, ma ha conquistato più notorietà e fama.

Sono entrambi due distillati di vino, prodotto principalmente con uva Ugni blanc, con possibili blend di Folle blanche e Colombard.

Doppia distillazione, con alambicco in rame “charentais”, per il Cognac. L’invecchiamento avviene in botti di rovere e, il passo finale, prevede il sapiente assemblaggio delle varie annate e vigne. Per questo in etichetta non c’è mai la scritta per gli anni di invecchiamento.

L’Armagnac si produce con una distillazione continua, negli alambicchi “armagnacais” a due colonne. Per l’affinamento si usano delle barrique e, spesso, non si miscelano annate diverse, perciò è più frequente leggere gli anni di invecchiamento sulle etichette degli Armagnac.

Una nota finale: quasi sempre, a parità di qualità di distillazione, il Cognac presenta delle sfumature di profumi leggermente più dolci ed è lievemente più morbido al gusto.

E voi vi sentite un po’ guasconi? 😎

Comment on Facebook

Che faccia da...guascone!!!! Mitico Andre!

Armagnac tutta la vita

4 months ago

Botrytis Enoteca

Principiano è un’azienda vitivinicola a Monforte d’Alba con vigne tra Monforte, Serralunga d’Alba e oltre.
Ogni assaggio fatto nell’ultimo periodo mi ha profondamente sorpreso. Vini di una eleganza e bontà uniche! 🍷

Nelle Langhe, pochi produttori ragionano di anidride solforosa, lieviti indigeni e vitalità del suolo. Dolcetto e Barbera sono prodotti senza aggiunta di anidride solforosa all'imbottigliamento e, in comune col Nebbiolo, esprimono ricchezza fruttata e polpa in assenza di legno.

Il Barolo Serralunga, da vigne giovani, è potente e insospettabilmente sfumato, complesso e pronto anche da bere subito.

Ferdinando Principiano, soprannominato Tarzan, dice del proprio lavoro: “Assecondare le viti con gesti ed attenzioni, complicità e trasporto, è una necessità che coinvolge tutta la mia famiglia per restituire il carattere della nostra terra alla barbera, al barolo, al dolcetto e al nebbiolo, che sono il frutto spontaneo delle nostre azioni e della nostra istintiva inclinazione.”
... See MoreSee Less

Principiano è un’azienda vitivinicola a Monforte d’Alba con vigne tra Monforte, Serralunga d’Alba e oltre.
Ogni assaggio fatto nell’ultimo periodo mi ha profondamente sorpreso. Vini di una eleganza e bontà uniche! 🍷

Nelle Langhe, pochi produttori ragionano di anidride solforosa, lieviti indigeni e vitalità del suolo. Dolcetto e Barbera sono prodotti senza aggiunta di anidride solforosa allimbottigliamento e, in comune col Nebbiolo, esprimono ricchezza fruttata e polpa in assenza di legno.

Il Barolo Serralunga, da vigne giovani, è potente e insospettabilmente sfumato, complesso e pronto anche da bere subito.

Ferdinando Principiano, soprannominato Tarzan, dice del proprio lavoro: “Assecondare le viti con gesti ed attenzioni, complicità e trasporto, è una necessità che coinvolge tutta la mia famiglia per restituire il carattere della nostra terra alla barbera, al barolo, al dolcetto e al nebbiolo, che sono il frutto spontaneo delle nostre azioni e della nostra istintiva inclinazione.”

4 months ago

Botrytis Enoteca

Ma cosa sono queste bottiglie che creano stupore e curiosità? 😲
Hanno nomi strani e sono vini ottenuti con uve autoctone.
Produttori che hanno un obiettivo comune: far parlare il territorio e le tradizioni.

🔶 Crescendo di Tenuta Selvadolce, 100% Pigato dalle Terrazze dell’Imperiese
🔶 Coda di Volpe di Vadiaperti, dalle colline irpine in provincia di Avellino
🔶 Grappoli del Grillo di Marco De Bartoli, dalla contrada Samperi di Marsala (l’uva è la stessa utilizzata per la produzione del vino liquoroso)

Ogni sorso un’emozione ed un viaggio alla scoperta dell’Italia!
... See MoreSee Less

Ma cosa sono queste bottiglie che creano stupore e curiosità? 😲
Hanno nomi strani e sono vini ottenuti con uve autoctone. 
Produttori che hanno un obiettivo comune: far parlare il territorio e le tradizioni.

🔶 Crescendo di Tenuta Selvadolce, 100% Pigato dalle Terrazze dell’Imperiese
🔶 Coda di Volpe di Vadiaperti, dalle colline irpine in provincia di Avellino
🔶 Grappoli del Grillo di Marco De Bartoli, dalla contrada Samperi di Marsala (l’uva è la stessa utilizzata per la produzione del vino liquoroso)

Ogni sorso un’emozione ed un viaggio alla scoperta dell’Italia!

5 months ago

Botrytis Enoteca

Avete già avuto l’occasione di assaggiare un vino dell’azienda vitivinicola Saccomani?
E’ una delle bellissime scoperte personali dell’ultima fiera a cui sono stato.

Le bottiglie sono facilmente riconoscibili grazie al simbolo di un fossile, una conchiglia, circondata da un singolo colore.
Questo perché l’azienda e le sue terre sono situate a Diolo – piccola frazione adagiata tra i dolci pendii dei colli piancentini – luogo protetto, di grande valenza geologica, caratterizzato da un terreno sabbioso e ricco di fossili risalenti al periodo del pliocene mediterraneo.

Saccomani produce principalmente vini d’annata a rifermentazione naturale in bottiglia.
Non vengono aggiunti lieviti selezionati o altri additivi, ma sono i lieviti indigeni che vengono lasciati lavorare per ottenere un vino che avrà gusto, tono e aroma dell’uva d’origine.

🔸 Ortrugo (100% Ortrugo)
🔸 Monterosso (60% Malvasia di candia aromatica, 15% Marsanne, 15% Ortrugo, 10% trebbiano)
♦️ Gutturnio (60% Barbera, 40% Croatina)

Li trovate da oggi in enoteca! 🥂
... See MoreSee Less

Avete già avuto l’occasione di assaggiare un vino dell’azienda vitivinicola Saccomani?
E’ una delle bellissime scoperte personali dell’ultima fiera a cui sono stato.

Le bottiglie sono facilmente riconoscibili grazie al simbolo di un fossile, una conchiglia, circondata da un singolo colore.
Questo perché l’azienda e le sue terre sono situate a Diolo – piccola frazione adagiata tra i dolci pendii dei colli piancentini – luogo protetto, di grande valenza geologica, caratterizzato da un terreno sabbioso e ricco di fossili risalenti al periodo del pliocene mediterraneo.

Saccomani produce principalmente vini d’annata a rifermentazione naturale in bottiglia.
Non vengono aggiunti lieviti selezionati o altri additivi, ma sono i lieviti indigeni che vengono lasciati lavorare per ottenere un vino che avrà gusto, tono e aroma dell’uva d’origine.

🔸 Ortrugo (100% Ortrugo)
🔸 Monterosso (60% Malvasia di candia aromatica, 15% Marsanne, 15% Ortrugo, 10% trebbiano)
♦️ Gutturnio (60% Barbera, 40% Croatina)

Li trovate da oggi in enoteca! 🥂

Comment on Facebook

Woooow.. Non li conosco... Da provare!

Buonissimi vini

Sono naturali ma non biologici? Non ricordo la differenza...

5 months ago

Botrytis Enoteca

Cari amici vicini e lontani (dal centro di Ferrara),
vi presento alcune, meravigliose, nuove entrate in enoteca! 🤩
Quattro autentiche e potenti espressioni delle rispettive terre.

Sul tavolo da sinistra:

🔸 Biancolella “Kalimera” di Cenatiempo, coltivata sui terrazzamenti di Ischia, a picco sul mare, nel pieno rispetto del territorio.
🔸 Omomorto di Giovanni Menti, spumante con uva Durella, dalle colline di origine vulcanica del Vicentino.
🔸 Riesling “Vorbourg” Grand Cru di Pierre Frick, pioniere della biodinamica in Alsazia.
🔸 Marsannay “Coeur de Rose” di Domaine Ballorin, Pinot nero della Borgogna, in una splendida veste rosata.

Alla prossima degustazione con amici, le papille gustative balleranno tutta la sera! 👅🕺🏻
... See MoreSee Less

Cari amici vicini e lontani (dal centro di Ferrara),
vi presento alcune, meravigliose, nuove entrate in enoteca! 🤩
Quattro autentiche e potenti espressioni delle rispettive terre.

Sul tavolo da sinistra: 

🔸 Biancolella “Kalimera” di Cenatiempo, coltivata sui terrazzamenti di Ischia, a picco sul mare, nel pieno rispetto del territorio.
🔸 Omomorto di Giovanni Menti, spumante con uva Durella, dalle colline di origine vulcanica del Vicentino.
🔸 Riesling “Vorbourg” Grand Cru di Pierre Frick, pioniere della biodinamica in Alsazia.
🔸 Marsannay “Coeur de Rose” di Domaine Ballorin, Pinot nero della Borgogna, in una splendida veste rosata.

Alla prossima degustazione con amici, le papille gustative balleranno tutta la sera! 👅🕺🏻

Comment on Facebook

Lo sguardo di chi sa' quello che vuole, il sorriso di chi già pensa alla prossima destinazione!

Kalimera lo adoro, lo degustai da loro l'estate scorsa❤️

5 months ago

Botrytis Enoteca

Per la serie: abbinamenti del territorio 🤥
Risotto agli asparagi e sidro della Normandia di Drouin! 😋
Un’esperienza da provare!
... See MoreSee Less

Per la serie: abbinamenti del territorio 🤥
Risotto agli asparagi e sidro della Normandia di Drouin! 😋
Un’esperienza da provare!Image attachmentImage attachment

Comment on Facebook

Il sidro di Druin è il più buono che abbia mai assaggiato. Una bomba

5 months ago

Botrytis Enoteca

Un primo maggio così non si era mai visto.
Il nostro pensiero va a tutte le persone, amici e colleghi, che in questo momento non possono lavorare come vorrebbero o non lo possono fare affatto.
Noi ci sentiamo veramente tanto fortunati e, anche se può sembrare strano, sentiamo anche di dover celebrare la vita!

Una grigliata di gamberoni e calamaro gigante e, soprattutto, un vino intenso ed emozionante!!
Antiqua 2016 di Paolo Francesconi, prodotta in 300 bottiglie. Albana macerata in anfora, solo negli anni migliori.
Un privilegio bere questo vino, elegante e potente, dalle mille sfumature: fieno, camomilla, miele, frutta gialla esotica, perfettamente equilibrato tra acidità e sapidità.
Speriamo di poter fare presto un viaggetto in Romagna, per salutarci e sentire il profumo delle viti in fiore!
... See MoreSee Less

Un primo maggio così non si era mai visto. 
Il nostro pensiero va a tutte le persone, amici e colleghi, che in questo momento non possono lavorare come vorrebbero o non lo possono fare affatto. 
Noi ci sentiamo veramente tanto fortunati e, anche se può sembrare strano, sentiamo anche di dover celebrare la vita!

Una grigliata di gamberoni e calamaro gigante e, soprattutto, un vino intenso ed emozionante!!
Antiqua 2016 di Paolo Francesconi, prodotta in 300 bottiglie. Albana macerata in anfora, solo negli anni migliori. 
Un privilegio bere questo vino, elegante e potente, dalle mille sfumature: fieno, camomilla, miele, frutta gialla esotica, perfettamente equilibrato tra acidità e sapidità. 
Speriamo di poter fare presto un viaggetto in Romagna, per salutarci e sentire il profumo delle viti in fiore!Image attachmentImage attachment

5 months ago

Botrytis Enoteca

Buona festa della liberazione a tutti!
Potendo festeggiare solo a casa, noi abbiamo scelto di fare questo.
Ci sentiamo più vivi e grati che mai! 🇮🇹
(Abbiamo anche noi i nostri grappolini!)
... See MoreSee Less

5 months ago

Botrytis Enoteca

Piccola comunicazione di servizio:
giovedì 23 e venerdì 24 aprile l’enoteca sarà aperta con i soliti orari.
Proseguono come al solito anche le consegne a domicilio.
Sabato 25 aprile invece resterà chiusa.
... See MoreSee Less

Load more